travel-one

Idee per decorare le superfici con la luce

La luce non ha solo la funzione pratica di consentirci di vedere bene all’interno di una stanza, ma serve anche per creare la giusta atmosfera e per decorare l’ambiente stesso.

Pareti e mobili, adeguatamente illuminati, acquistano nuovo fascino e valore, rendendo ogni stanza calda ed accogliente.

Vi spiego alcuni semplici modo per fare della luce un vero e proprio strumento di decorazione.

Innanzi tutto dovete sapere che la luce proiettata su una parete ad una certa distanza ed in modo uniforme, farà sembrare la superficie della parete più liscia e meno irregolare, perché si ridurranno le ombre. Se volete, quindi, mettere in evidenza i dettagli di rivestimenti e finiture, basterà avvicinare la fonte luminosa, facendo in modo che colpisca la superficie con un angolo inclinato: come per magia antiche pareti di mattoni, pregiate carte da parati in seta o una boiserie in legno lavorato acquisteranno volume e tridimensionalità.

La luce ha la capacità di far risaltare qualunque tipo di superficie, inclusi i tessuti, lucidi o opachi. Una coperta di lana, ad esempio, assorbendo la luce sembra più morbida, liscia e calda. Il raso e la seta, diversamente, se illuminati da vicino risultano più brillanti e restituiscono luminosità all’intero ambiente. Tenete bene a mente tutto ciò, così da poter mettere in evidenza preziosi tendaggi, morbidi divani imbottiti o caldi tappeti.

Tutto questo discorso vale anche per i difetti: una luce ravvicinata ed angolata metterà in evidenza tutte le imperfezioni: fate quindi attenzione a pareti in cartongesso, in muratura, in ceramica o a mosaico non realizzate a regola d’arte.

Decorare con la luce significa anche usare sapientemente il colore. Illuminando una stanza con sorgenti luminose a luce bianca di due temperature differenti, si creerà un forte effetto di contrasto. Se, ad esempio, utilizziamo per il perimetro della stanza una luce calda a 2400k e nello stesso tempo illuminiamo un dettaglio architettonico al centro – come una colonna – con una luce fredda a 5000k, l’effetto finale sarà quello di un blocco di ghiaccio al centro della stanza. Impossibile che passi inosservato!

Una alternativa è l’uso di luci colorate capaci di dare un effetto molto scenografico in un ambiente con le pareti bianche. Usata spessissimo in bar e ristoranti, la luce colorata può diventare un particolare divertente anche a casa, magari per aggiungere un piccolo tono cromatico su una scala o su ripiani in vetro.

Il tipo più diffuso di luce colorata è il LED RGB, composto da tre diodi luminosi nei colori primari rosso, verde e blu (Red, Green, Blu), che sintetizzandosi consentono di ottenere una vasta gamma di colori, cambiandoli di volta in volta premendo semplicemente un pulsante.

 

Molto utilizzati sono anche i filamenti Led che installati sul soffitto, creano cieli stellati all’interno di docce oppure nelle camere dei bambini.

Il terzo modo per decorare con la luce è quello di giocare con le ombre che si possono formare con passaggio della luce attraverso superfici traforate. Se ad esempio acquistiamo un pannello in legno lavorato con motivi orientali e lo appoggiamo ad una parete, una volta illuminato lo spazio tra la parte ed il pannello, la parete stessa e tutti gli oggetti circostanti vedranno proiettarsi su di loro ombre simili a un prezioso ricamo, impalpabili e bellissime, rendendo l’atmosfera della stanza molto suggestiva.

Lo stesso effetto può essere ottenuto più semplicemente utilizzando paralumi di lampade da tavolo, lampade da pavimento e sospensioni traforati o lavorati in modo tale da creare giochi di luci e ombre. Fate un giro per i mercatini delle pulci oppure nei negozi di oggetti di provenienza orientale: avrete modo di sceglierne di ogni forma e misura.